Il regalo di nozze

VILLA DEI CIPRESSI

Tu sei tutto quello che ho sempre cercato, prima ancora che sapessi cosa stavo cercando

Emma Chase

Potete ascoltare il mio racconto di questa esplorazione qui: https://www.loquis.com/it/loquis/2760126/Il+regalo+di+nozze

“La struttura architettonica esterna dell’edificio è in tutto simile alla tipologia tradizionale delle dimore signorili sparse nella campagna toscana, una costruzione salda e quadrata, strutturata su tre piani; anche in questo caso, ciò che la rende singolare sono le pitture murali che interessano due sale del piano nobile. Si tratta di un intervento di chiaro carattere modernista, connesso al tema dell’alternarsi delle stagioni. Ne resta sconosciuto l’autore per l’indisponibilità dei proprietari a mettere a disposizione documenti che possano favorirne l’identificazione, ma dalle ricerche di Litta Medri risulta che la moglie dell’allora proprietario fosse figlia di un ricco armatore norvegese, da qui l’introduzione di un gusto allora apprezzato dall’alta borghesia europea. Le decorazioni rivelano, secondo me, una forte ascendenza decarolisiana, che si nota nell’uso ripetuto di motivi come il nastro, il medaglione e l’intreccio sinuoso di racemi vegetali con fiori, caratteristici delle decorazioni murali dell’artista marchigiano alla fine del secolo, ma soprattutto nei volti della figura allegorica sull’albero e delle testine incluse nei medaglioni, sul soffitto della stanza attigua. Sarebbe azzardato ipotizzare un intervento diretto del De Carolis, che dal 1901 si trovava comunque a Firenze, ma potrebbe comunque trattarsi di un artista che conosceva bene i suoi modi” (Dal web)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.