La casa di Satana

VILLA PIUMA O QUEL CHE NE RESTA…

Ognuno di noi è il suo proprio diavolo, e noi facciamo di questo mondo il nostro inferno

Oscar Wilde

La storia di questo luogo ebbe inizio intorno al 1700 quando i marchesi Piuma, desiderosi di una casa di villeggiatura in collina ne commissionarono la costruzione di una in posizione dominante sulla collina. L’appalto fu affidato alla famiglia Pittaluga che iniziò i lavori di edificazione, terminando gli stessi  nel 1812 con la consegna della residenza alla nobile casata.

La struttura a pianta rettangolare ha un imponente atrio voltato al piano terreno delimitato da due coppie di colonne ioniche binate su cui insistono archi a tutto sesto. Gli spazi interni originari furono rimaneggiati alla fine del XIX o all’inizio del XX secolo con alcuni ampliamenti sulla parte retrostante a livello del piano nobile, dove si trova la cappella che originariamente era un volume separato. 
La decorazione degli spazi interni è di matrice tardo ottocentesca con raffigurazioni ad affresco di carattere floreale. La villa il cui panorama spazia fino al mare e’ circondata da un enorme parco ormai ridotto ad una selva con dei grandiosi cedri centenari. 

Una foto della villa quando era abitata

Questa dimora però porta con sè una serie di tragiche e sanguinose leggende.

Si narra infatti che una notte nella quale i marchesi uscirono in carrozza per andare a teatro lasciando le figlie a casa con la governante, alcuni briganti  entrarono in casa per un furto e sorpresi accoltellarono a morte la domestica e la figlia più piccola. Secondo i racconti questa fu solo la prima delle sventure legale alla villa. L’unica figlia superstite dei marchesi morì pochi anni dopo per mano proprio dei suoi genitori, l’unica colpa era di essere “posseduta” dal diavolo. Si aggiunge anche il passaparola, di cui non si hanno riferimenti certi della scomparsa di due ragazze proprio qui negli anni 80.

In verità l’unico fatto accertato è quello della devastazione della cripta di famiglia, con il ritrovamento di ossa umane e presenza di simboli legati all’occultismo. Un bruttissimo fatto di cronaca di cui si occupò la magistratura parecchi anni fa.

Tutte queste leggende però hanno portato Villa Piuma a diventare una delle mete più importanti e ricercate del settore paranormale. Innumerevoli sono le testimonianze  relative a “presenze” , avvistamenti di ombre e persone che si sarebbero sentite male o avrebbero udito voci anomale dentro la casa.

In realtà io, che di solito sono molto razionale e non credo molto a questi racconti, ho solo avuto la paura che il tetto dei piani più alti mi crollasse addosso e non ho avuto nessuna sensazione “diversa” qui dentro. Peccato per questa villa che, per il panorama e il parco, doveva essere davvero meravigliosa e sicuramente non meritava di diventare meta di satanisti e di pratiche occulte…

(Le fotografie sono del 2018, riguardandole le avrei buttate nel cestino più che pubblicarle ma il luogo mi era piaciuto tanto e ho comunque deciso di raccontarne la storia e metterle sul sito)

la chiesetta della villa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.