La villa dei venti

Alla fine scoprirai che le cose più leggere son le uniche

che il vento non è riuscito a portar via,

un ritornello antico

una carezza al momento giusto

lo sfogliare un libro di poesie

l’odore stesso che aveva un giorno il vento.

Mário Quintana

Nascosta tra le altre case di un piccolo borgo del nord italia un villa ormai completamente vuota ma ancora molto suggestiva. Esplorandola scopriamo insieme di vari stili architettonici che spazia dal liberty all’ispirazione bizantina dei mosaici, una villa che sa di mare con palme e piscina in un collina lontanissima in realtà dalle onde.

La villa è stata costruita alla fine del 800 come casa vacanze di un magnate dell’olio d’oliva, la piscina, il giardino con la splendida scalinata e il laghetto all’esterno sono ormai ricoperti dai rovi e quasi non si notano più.

Il nome della villa deriva dal bellissimo affresco in cima alla scalinata centrale, segnale della presenza di un segnavento funzionante sul tetto che serviva per informare gli occupanti della casa (se mai ve ne fossero) quale vento stava soffiando fuori da quelle pareti.

4 pensieri su “La villa dei venti”

  1. Ciao ma questi luoghi abbandonati stupendi si possono visitare? Perché immagino che se mettete l indirizzo passa da luogo dell’ abbandono a turistico. Grazie

    1. Ciao
      di solito non pubblichiamo mai l’esatta ubicazione dei luoghi che visitiamo per non esporli ulteriormente ad altri atti vandalici. Di alcuni però con un attenta ricerca dai nostri articoli puoi capire dove si trovano con alcune ricerche. Certo visitare questi posti è estremamente rischioso ed è sempre bene ricordarselo.

  2. Complimenti sinceri, Lorena: foto eleganti e attente al particolare. Oltretutto, ai miei occhi, con il raro pregio di essere lontane mille miglia dall’odioso Hdr che oggi imperversa. Continuerò a seguirti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.